top of page

MERCOLEDì 12 LUGLIO

Night Wolves / Prélude / PLAY_BACH divertissement

>> MONTECCHIO MAGGIORE / Castello di Romeo / h 21

Spettacolo itinerante realizzato in collaborazione con ARTEVEN.
Si consiglia un abbigliamento e scarpe comode perché gli spettatori saranno invitati

a seguire lo spettacolo in vari luoghi del castello.

NIGHT WOLVES

Compagnia Naturalis Labor

Coreografie e concept Luciano Padovani

di e con Alice Carrino, Jessica D’Angelo, Giuseppe Morello, Roberta Piazza, Andrea Rizzo

Costumi Lucia Lapolla

Co-produzione Festival Visioni di Danza

Con il contributo di MiC / Regione Veneto / Comune di Vicenza

Durata 15 minuti

L’energia e l’intensità che si sprigionano in questo Night Wolves evoca la forza del branco.

Un branco di uomini o lupi?

PRÉLUDE 

Compagnia Naturalis Labor

Coreografie Luciano Padovani

di e con Alice Carrino, Jessica D’Angelo, Giuseppe Morello

Costumi Lucia Lapolla

Musiche Claude Debussy

Co-produzione Festival Visioni di Danza

Con il contributo di MiC / Regione Veneto / Comune di Vicenza / Arco Danza

Durata 14 minuti

Un trio sulla musica di "Prélude à un aprés midi d'un faune" di Claude Debussy. Un'atmosfera neoclassica, 'canoviana', accompagna lo spettatore nel rapporto amoroso tra il Fauno

e le Ninfe.

PLAY_BACH DIVERTISSEMENT 

Balletto Teatro di Torino

Coreografia Manfredi Perego

Danzatori/trici Flavio Ferruzzi, Lisa Mariani, Luca Tomasoni, Nadja Guesewell, Viola Scaglione

Musiche J.S. Bach eseguite dal vivo da Janine Bratu

Light design Roberta Faiolo

Costumi Majatai

 

In collaborazione con Conservatorio Statale di Musica "Giuseppe Verdi" di Torino

Durata 30 minuti

Una delle più importanti compagnie di danza nazionali si pone al centro di una sfida coreografica per dare concretezza visiva e dinamica all’emozione che ogni nota esprime, cogliendo le sfumature della musica di Bach traducendo in danza un processo di analisi emotiva su ciò che la partitura musicale suggerisce. La violenza e la dolcezza che nascono dalla vibrazione del suonato dovranno avere una corrispondenza fisica creando danze che attraversano mondi di nuove frequenze carnali. Il progetto parte dalla necessità di sfidarsi con

le partiture musicali classiche, mai affrontate prima per scoprire nuovi approcci alla coreografia ed aprirsi a nuove visioni dinamiche.

x12luglio.jpg
bottom of page